“UNO STIPENDIO POLITICO… PER I TERREMOTATI !” ci scrive il Signor Cesare di Broni

67

“Egregio direttore, lancio un accorato appello ai politici, sindaci e assessori comunali dell’Oltrepò pavese: “Donare una propria mensilit? ai terremotati!”. Questa volta, mi sento in dovere, di lanciare un forte appello ai nostri politici locali, perché non donate una vostra mensilit? politica, visto che tutti dicono che fanno politica per missione… e non per lavoro, avendo inoltre la stragrande maggioranza dei nostri politici locali altri redditi derivanti da altri lavori. Centinaia di morti, che ormai non si contano più. Giusto chiedere, al popolo sovrano, accorati appelli, tramite numeri verdi, Protezione civile, Croce rossa, soccorsi vari ecc. ecc. La sensibilit? del popolo Italiano non ha uguali. Si organizzano pranzi, cene, feste benefiche, coll’intero incasso devoluto ai terremotati. Vedere quelle scene strazianti, di gente che ha perso tutto, la propria casa, i loro beni, gli affetti personali, che non ha più un tetto dove ripararsi, non sa più cosa fare e dove andare, sono immagini drammatiche, surreali, che non vorresti mai che accadessero, ma purtroppo ogni tanto la natura si scatena, peggio della guerra. È mai possibile che ai nostri politici oltrepadani in attivit? ma anche ai politici pensionati d’oro, non sia mai venuta in mente, la brillante idea, tutti insieme di donare una mensilit? , “uno stipendio politico”, a favore di quei poveri sfortunati, che non per propria volont? hanno perso tutto, e ribadisco, ogni bene! Grazie.”

Articolo precedenteIL CAMPIONATO ASSCAR 2016 DELLA VALLE STAFFORA È DI LORIS BOSSI E BEPPE CAMOZZI
Articolo successivoCASTEGGIO “QUANDO LA NOSTRA GENERAZIONE SI RITIRERÀ, IL MERCATO SCOMPARIRÀ”