“V.O.S. – Voghera Oltrepo Solidale” inaugura la nuova sede e premia la Presidente Onoraria Ondina Torti

162

“In piena pandemia V.O.S. (acronimo di Voghera Oltrepo Solidale) è nata con lo scopo di venire incontro alle esigenze di numerose famiglie che, rimaste senza lavoro e in condizioni di indigenza, avevano la necessità di un supporto, sotto vari punti di vista. Oggi, con l’emergenza coronavirus quasi alle spalle e con il passaggio in zona bianca, questa associazione vuole ritrovarsi per un momento conviviale, aperto a tutta la cittadinanza. Sabato 26 Giugno, dalle ore 16, presso la sede di “Voghera è”, in via Cavallotti 16 a Voghera, sarà l’occasione per premiare i volontari che si sono distinti per il loro operato in questi difficili mesi, per spiegare a tutti coloro che interverranno tutti i servizi messi a disposizione di un vasto territorio, che comprende tutto l’Oltrepo fino alla Valle Staffora, e anche per dare il giusto riconoscimento alla Presidente onoraria Ondina Torti, che dopo una vita passata in Croce Rossa come Infermiera e Capo-Monitrice riqualificata, ha messo a disposizione di V.O.S. la propria competenza e professionalità. Per questo motivo l’associazione “Voghera è” ha deciso di premiarla con una targa in memoria di “Alida Stringa”. Sarà poi la Presidente e Fondatrice di V.O.S. Michela Montagnoli a consegnare le spille ai soci fondatori e quindi proseguiranno le premiazioni ai soci onorari e a tutti i volontari. “Sono contenta di poter festeggiare, nei limiti imposti ancora dall’emergenza covid, con tutti coloro che hanno costruito un importante tassello nel sociale con questa nostra realtà sorta otto mesi fa – spiega Michela Montagnoli -. Ci occupiamo ormai di una cinquantina di famiglie, alle quali ogni Sabato garantiamo un pacco di alimenti ma anche prodotti per l’igiene intima (grazie ad un accordo con le due sedi vogheresi di Tigotà), mascherine e gel disinfettante, vestiario, lenzuola e tutto l’occorrente per poter avere una vita dignitosa, compresi libri per un po’ di sana lettura, giocattoli per bambini, mobili, buoni sconto per l’acquisto di farmaci da banco. Ormai sono molte le aziende che ci donano i loro prodotti, segno che hanno capito l’importanza del nostro progetto e anche la necessità di essere supportati, visti i bisogni sempre crescenti sul territorio. Per questo desidero estendere il nostro grazie davvero a tutti coloro che si prenderanno a cuore, in tanti modi diversi, delle nostre famiglie. Di fronte ad alcune situazioni critiche, che riguardavano per esempio i diversamente abili, ci siamo mossi per garantire loro pedane e abbattimento di barriere architettoniche per poter entrare in alcuni negozi del centro di Voghera e pian piano vorremmo estendere questo progetto con l’aiuto anche delle istituzioni, perché è un tema che ci sta molto a cuore”. Tra i tanti servizi offerti da V.O.S. segnaliamo anche uno sportello informativo in varie lingue, la compilazione di modelli ISEE, richieste al Comune per pagamento bollette e affitti, richieste all’Inps per invalidità, accompagnamento, reversibilità, telefonate solidali per chi è anziano o diversamente abile con recapito alimenti e farmaci a domicilio, la cura di animali da compagnia per chi è malato e solo… Ci sono tanti modi per aiutare V.O.S., partendo dall’ultimo nato, il sistema paypal, usufruibile tramite la mail vogherasolidale@gmail.com. C’è poi la tessera associativa a 10 euro annuali, c’è la possibilità di fare un bonifico tramite Iban IT93 R030 6909 6061 0000 0177 692. Si possono anche donare punti Esselunga sulla tessera n. 0400207159127, è anche possibile recapitare alimenti in via Crocifisso 2 a Voghera o al negozio La Primavera in viale Repubblica 48. Infine è possibile chiamare per informazioni il n. 340.9557691 o lasciare un messaggio whatsapp.”

NOTA – QUESTO TESTO È STATO PUBBLICATO INTEGRALMENTE COME CONTRIBUTO ESTERNO. QUESTO CONTENUTO NON È PERTANTO UN ARTICOLO PRODOTTO DALLA REDAZIONE DE: “IL PERIODICO OLTREPÒ”

Articolo precedenteVoghera – Il Sindaco Paola Garlaschelli incarica Michele Calabrò per sostenere i nuovi insediamenti produttivi, ampliare quelli esistenti e recuperare le aree dismesse
Articolo successivoIl Comune di Stradella ha cancellato la prima rata della tassa rifiuti per oltre 200 attività commerciali