VARZI – A SORPRESA MARIA TERESA NERVETTI DI ZAVATTARELLO È LA NUOVA PRESIDENTESSA DEL GAL OLTREPO SRL

170

Maria Teresa Nervetti, il candidato proposto da Bruno Tagliani ( Comunit? Montana), Stefano Albertazzi (Coldiretti) con il sostegno di Nicola Adavastro (UBI Banca) diventa nuovo Presidente del Gal Oltrepo Pavese Srl.

Il primo CdA del Gal Oltrepò Pavese Srl si conclude con un risultato inaspettato. Viene nominata Presidente Maria Teresa Nervetti di Zavattarello, storica componente del CdA del Gal fin dal 1997 e rappresentante di confartigianato presso il Gal.

Si profilavano candidature politiche di diversa natura, l’una sostenuta dalla Comunit? Montana e dalla zona alta della montagna quella di Bruno Tagliani e un’altra candidatura che si è concretizzata negli ultimi giorni, quella di Mario Anselmi, ex sindaco di Torrazza Coste sostenuta dall’area del casteggiano e del rivanazzanese e anche da una parte degli agricoltori, che si sono quindi divisi tra Confagricoltura che avrebbe votato per Anselmi e la Coldiretti che avrebbe votato per Tagliani. In questo primo CdA abbastanza combattuto, la rappresentante dell’Area Vasta, la dirigente Elisabetta Pozzi, nominata dal Presidente Vittorio Poma è stata presentata come possibile Presidente di garanzia che per una durata di 6 mesi sino al completamento della partnership con l’ingresso nella Societ? Gal Oltrepo pavese di tutti gli oltre 90 soci del partenariato che ha partecipato con successo al bando del psl regionale, ? avrebbe traghettato la struttura.

E’ nata poi all’interno del CdA una candidatura differente tesa a non far commissariare il Gal Oltrepo Pavese Srl ed stata è proposta la candidatura del consigliere anziano, che è appunto Maria Teresa Nervetti, rappresentante di Confartigianato.

Arrivati ai voti la candidata di Confartigiano di è aggiudicata 5 preferenze contro le 4 della candidata Elisabetta Pozzi dell’Area Vasta per cui Il risultato ha visto la prevalenza della candidata proposta da Bruno Tagliani e dalla montagna.

Una Presidente provvisoria che rimarr? in carica per la gestione degli affari correnti fino a che non ci sar? nell’ambito del partenariato che è costituito nel Gal Oltrepo Pavese Srl un accordo politico tra comuni e gruppi d’interessa per ? la nomina di un presidente che dovrebbe durare in carica invece tre anni.

Articolo precedente“IL SINDACO NON FINISCE MAI DI STUPIRCI” ci scrive il Signor Alessandro di Menconico
Articolo successivoIN BELGIO C’È IL “BIRRODOTTO” … UNA PIPELINE DOVE NON SCORRE IL GAS MA LA BIRRA