VOGHERA – AUMENTATI DEL 60% GLI ONERI CIMITERIALI

129

Sono aumentate da inizio mese e in modo significativo le tariffe cimiteriali del Comune di Voghera, lo ha annunciato la Giunta Garlaschelli e l’assessore alla partita Federico Taverna. Un adeguamento delle tariffe, ferme al palo da più di 10 anni, necessario per evitare di ritrovarsi tra qualche anno a dover chiedere ai cittadini esborsi insostenibili, questa la motivazione spiegata dal Primo Cittadino. Un aumento pari al 60% che interesserà tutte le famiglie vogheresi ad esclusione dei nuclei con reddito Isee inferiore ai 5mila euro, per i quali rimarrà invariata. Le nuove tariffe vedranno per l’inumazione un aumento da 150 a 240 euro, per la tumulazione individuale si passerà da 200 a 320 euro, per quella in cappella o edicola il costo sarà di 480 euro a fronte dei 300 iniziali, per l’esumazione straordinaria da 500 a 800 euro, per la tumulazione delle ceneri da 52 a 85 euro, per quella in loculo da 52 a 65 euro. La dispersione delle ceneri in area attrezzata costerà 100 euro così come il passaporto mortuario. Per la giacenza salma il costo è di 10 euro al giorno per i residenti, 25 per i non residenti. La Giunta si è altresì ripromessa di rivedere e nel caso adeguare le tariffe almeno ogni 3 anni.

Articolo precedenteVOGHERA – PALAZZINA DI PIAZZA DUOMO, IL PROGETTO DELLA FAMIGLIA BOLOGNESI
Articolo successivoTERRE D’OLTREPÒ: L’ASSEMBLEA STRAORDINARIA SI FARÀ, RACCOLTE LE FIRME NECESSARIE