VOGHERA – CAOS VACCINAZIONI, “BASTA DISAGI! QUESTA LEGA HA DIMOSTRATO DI NON ESSERE IN GRADO DI GOVERNARE”

174

“Stamattina mi sono recata personalmente all’Auser per verificare la situazione dopo il caos di lunedì in cui il centro è andato letteralmente in tilt: doppie prenotazioni della piattaforme Aria e Poste Italiane, ritardi accumulati fino a oltre 4 ore, postazioni allagate e inutilizzabili, code e assembramenti. Persone anziane in fila sotto la pioggia o peggio sulle carrozzine in attesa di entrare” scrive in una nota stampa Alessandra Bazardi, segretario PD Voghera. “Una giornata da dimenticare per chi ne è stato involontario protagonista, ma da ricordare a Regione Lombardia tutte le volte che si vanta dell’efficienza organizzativa della sanità lombarda. Questo succede quando si centralizza tutto, quando non si accolgono le richieste degli amministratori per aumentare i punti vaccinali e non si coinvolgono più i medici di base. Per fortuna grazie alla generosità degli operatori, dei medici, dei volontari, della Protezione Civile che hanno fatto turni senza interruzione e sono rimasti oltre le 20.00 fino a quando anche l’ultimo prenotato è stato vaccinato, si è riusciti a uscire da una situazione difficile e inimmaginabile. Ora l’emergenza è rientrata, tutto si è svolto regolarmente, ma nei prossimi giorni monitoreremo ancora la situazione, di sicuro e purtroppo il problema non ha riguardato soltanto Voghera, ma anche Milano e molti centri lombardi. E i problemi e le inefficienze riguardano anche altri aspetti, i soggetti fragili, coloro che a casa aspettano ancora di ricevere la prima dose. Basta disagi! Questa Lega ha dimostrato di non essere in grado di governare, rivogliamo una Lombardia che sia davvero alla avanguardia!”

NOTA – QUESTO COMUNICATO È STATO PUBBLICATO INTEGRALMENTE COME CONTRIBUTO ESTERNO. QUESTO CONTENUTO NON È PERTANTO UN ARTICOLO PRODOTTO DALLA REDAZIONE DE: “IL PERIODICO OLTREPÒ”

Articolo precedenteVALLE STAFFORA – AZIENDE AGRICOLE IN GINOCCHIO, VARZI, BAGNARIA E VAL DI NIZZA CHIEDONO LO STATO DI CALAMITÀ
Articolo successivoOLTREPÒ PAVESE – TORRAZZA COSTE – RICCAGIOIA: “CON AGRI 5.0 INVESTIAMO SU AGRICOLTURA DEL FUTURO”