VOGHERA – DISSEQUESTRO DELLA CABINA ELETTRICA “ORTOFRUTTA”

179

“Si è conclusa con un provvedimento di dissequestro – scrive in una nota stampa la Società Reti di Voghera Srl – la vertenza giudiziaria che ha visto coinvolta la nostra Società in relazione al posizionamento della cabina elettrica denominata “Ortofrutta”, situata a Voghera in via Don Minzoni al civico 55. La cabina elettrica, posizionata agli inizi degli anni Novanta, trasforma da media a bassa tensione l’energia elettrica necessaria all’alimentazione di diverse utenze civili e commerciali (circa 130 utenze), oltre che della pubblica illuminazione dell’area adiacente.
Fino al 2020 di proprietà della società Emilia Market Srl, l’immobile in cui è ubicata la cabina è stato poi ceduto ad un residente vogherese che, ritenendo il posizionamento della stessa effettuato senza titolo e pericoloso per la stabilità dell’edificio, ne richiedeva la rimozione, citando in giudizio la nostra Società.
Relativamente ai due procedimenti, nell’ambito dei quali la nostra Società è stata difesa dallo studio legale Caracciolo di Voghera, è stata formulata istanza di dissequestro della cabina elettrica per quanto riguarda la denuncia penale, mentre per quanto riguarda il procedimento civile toccherà eventualmente alla società “Emilia market Srl” indennizzare per mancata comunicazione nel rogito di vendita, gli attuali proprietari dell’immobile. “Sono molto soddisfatto che la vicenda si sia conclusa positivamente sia sotto il procedimento penale che civile – sottolinea Mauro Vicentini, Presidente della Società Reti di Voghera Srl – I nostri tecnici hanno verificato con molta attenzione il posizionamento e le condizioni del manufatto, stabilendo che non provocava nessun pericolo alla stabilità dell’edificio ed all’incolumità di chi lo abita. Inoltre hanno anche il compito di monitorare periodicamente tutte le cabine ed hanno verificato che le emissioni di campi elettromagnetici sono ben al di sotto della soglia di sicurezza, compresa la cabina Ortofrutta”.