VOGHERA – DOMANI LA CITTÀ DI VOGHERA COMPIE 250 ANNI

204

Il 2 giugno la Città di Voghera compie 250 anni. Era infatti il 2 giugno 1770 quando Carlo Emanuele III di Savoia concedeva il titolo di “città” a Voghera. Per celebrare questo importante avvenimento, non essendo possibile organizzare eventi viste le disposizioni vigenti, l’assessorato alla Cultura del Comune di Voghera ha comunque voluto organizzare una serie di iniziative. Sono stati appesi manifesti di diverse dimensioni agli edifici pubblici comunali ed è stato girato un video celebrativo.

Il Settecento ha rappresentato un secolo spartiacque tra l’antico regime e il mondo contemporaneo, in ambiti diversi: demografico, tecnologico, agricolo e industriale, politico e istituzionale. Anche Voghera non fece eccezione.

Il feudo di Voghera, dopo molti trapassi, apparteneva nel 1770 alla famiglia Dal Pozzo. L’11 maggio dello stesso anno, cogliendo occasione da una lite tra feudatario e comunità, lo acquistò il re di Sardegna (secondo Manfredi costò 300.000 lire vecchie di Piemonte).

13 maggio 1770. Vengono pubblicate le REGIE COSTITUZIONI che sostituiscono gli antichi statuti comunali. Nome unico PROVINCIA DI VOGHERA.

2 giugno 1770. Carlo Emanuele III di Savoia le concede il titolo di “città”. Il feudo di Voghera è venduto per 300mila lire di Piemonte dal marchese Alfonso del Pozzo al demanio regio. La perdita della funzione di residenza feudale è premessa per il disuso e l’abbandono del castello. Gli Statuti cittadini sono sostituiti dalle Regie Costituzioni. Carlo Emanuele III si fece cedere ogni diritto dal principe della Cisterna, Alfonso Dal pozzo. Voghera conta all’incirca 7.500 abitanti.