VOGHERA – GHEZZI: “IL PD RINNEGA SE STESSO PER LE POLTRONE?”

121

Pier Ezio Ghezzi, candidato sindaco alle prossime elezioni vogheresi, interviene in merito all’accordo elettorale tra il PD e l’UDC per la candidatura di Nicola Affronti a Sindaco di Voghera.  “C’è da non crederci, anche se a riportarlo è la stampa. Sto leggendo proprio in queste ore, infatti, che pare che il PD vogherese voglia abbandonare la sua storia di partito per passare al centrodestra – scrive Ghezzi – Se dovesse essere confermato quanto si legge, ci troveremmo davanti ad una mutazione genetica dettata unicamente dalla fame di poltrone, ignorando iscritti ed elettori. Si passerebbe dalla difesa dei valori fondanti della Repubblica, all’abbraccio del partito di Barbieri che ha dedicato la targa del Castello ai militanti della Repubblica di Salò!

I nuovi compagni di strada di questo PD sarebbero: Il sindaco Barbieri, attaccato da dieci anni a questa parte ogni giorno proprio dal PD (un esempio su tutti: la vicenda giudiziaria di corruzione, salvato dalla prescrizione); I fautori del Parco Baratta, la speculazione edilizia più vasta mai verificata in città, che ha portato come conseguenza al soffocamento del centro storico; Il fautore principale del disastro di ASM, sempre il sindaco, che ha approvato ogni atto dei vertici leghisti del gruppo.

Ma si può tradire così la propria storia? Si possono tradire così gli elettori? Si può chiedere di votare per il gruppo che ha rovinato la città? Evidentemente, per il PD vogherese, si potrebbe fare – conclude Ghezzi – Anzi se si trova accordo sui programmi si fa eccome! Basta con i partiti che hanno rovinato la città. Sì alle forze civiche espressione dei cittadini. La città è di tutti. Non della casta che la vuole governare, PD compreso.