VOGHERA – LAVORATORI PRESSO STRUTTURE SOCIO-SANITARIE CHE DECIDONO DI NON VACCINARSI

327

“L’UDC di Voghera, Nicola Affronti, Elisa Piombini, Antonio Califano– in una nota stampa comunicano – di aver portato all’attenzione dei propri rappresentanti parlamentari il tema delle mancate vaccinazioni di lavoratori che, pur operando presso strutture socio-sanitarie, decidono di non sottoporsi al vaccino di contrasto al COVID-19. L’analogo caso accaduto all’ASP Pezzani di Voghera, dove una cospicua parte degli operatori impegnati in struttura hanno rifiutato di sottoporsi al vaccino, ha recentemente richiamato in città anche le telecamere di RAI 1. <<Abbiamo sensibilizzato il Presidente nazionale UDC e Senatore Questore Antonio De Poli sull’argomento, il quale ha presentato anche una relativa interrogazione parlamentare in merito, ispirati proprio dalla problematica emersa presso l’ASP Pezzani, per sollecitare una risoluzione che tuteli, anche sul nostro territorio, gli ospiti, il personale, i collaboratori e di riflesso tutte le rispettive famiglie da potenziali contagi nelle RSA e nei centri socio-assistenziali. Sappiamo essere una criticità normativa chiaramente estesa all’intero ambito socio-sanitario, non è certo una peculiarità solo del Pezzani. Pur tuttavia la dimensione che tale fenomeno ha avuto sull’ASP vogherese ha portato ad avere un eco nazionale che non ci lascia indifferenti.  Al momento è fondamentale evitare semplificazioni del problema, o peggio scaricarle integralmente sulle strutture. La verità è che finché non vi sarà una copertura normativa chiara direttamente determinata dal livello centrale, gli strumenti giuslavoristici a disposizione sono pochi e spesso esposti a complicazioni organizzative che potrebbero portare all’avvio di numerose vertenze e cause di lavoro. E’ per questo motivo che abbiamo reputato giusto sollecitare l’attenzione dei nostri rappresentanti parlamentari, proprio per caldeggiare, finalmente, l’emanazione di una chiara disciplina che almeno nei settori così delicati consentano il superamento di tali importanti vuoti normativi >>”.

Articolo precedenteSANTA MARGHERITA DI STAFFORA – INCENDIO A CASANOVA, 2 ETTARI DI SOTTOBOSCO ANDATI DISTRUTTI
Articolo successivoVOGHERA – RIVANAZZANO TERME – “DAI RIFIUTI ALLA GREEN MUSIC”