VOGHERA – NESPOLI TORNA CON LA NAZIONALE OLIMPICA DOPO IL COVID

61

La Nazionale Olimpica ha ripreso il volo per il secondo appuntamento internazionale del 2021: dopo la prima tappa del Grand Prix disputata a Porec, in Croazia, gli azzurri sono partiti alla volta di Antalya, in Turchia, per prendere parte alla seconda fase del circuito europeo. La competizione si svolgerà da oggi 7 fino all’11 aprile, nella stessa location di gara che ospiterà dal 31 maggio al 6 giugno gli Europei che metteranno in palio i pass individuali continentali per Tokyo, che però non interessano l’Italia, già qualificata nell’individuale con un arciere al maschile e uno al femminile. Dopo l’assenza di Porec torna ad Antalya l’olimpionico Mauro Nespoli, bloccato a casa per due settimane a causa del covid-19: “Per fortuna sono risultato negativo e posso tornare col gruppo – ha detto l’aviere di Voghera –. Mi considero quasi pronto, ho continuato ad allenarmi a casa, ma rimanere rinchiuso per 15 giorni e sottoporsi ad almeno due visite mediche per tornare operativo ha rallentato la cura di alcuni dettagli. Sono però felice di poter gareggiare ad alto livello. È una stagione fondamentale per tutti noi, mi manca la competizione e non vedo l’ora di confrontarmi in ambito internazionale”. Sarà un appuntamento importante per gli azzurri che sono partiti con un gruppo composto da 11 atleti che si giocano la possibilità di far parte degli 8 che saranno in gara a Parigi dal 18 al 27 giugno, dove la Nazionale parteciperà con 4 atleti al maschile e 4 al femminile con l’obiettivo di qualificare le squadre per arrivare ai Giochi Olimpici al completo, con 6 effettivi. In Francia si disputerà infatti l’ultimo torneo di qualificazione: in palio 3 pass per i terzetti maschili e 3 per quelli femminili dove saranno in gara tutte le Nazionali – e sono tante – che vogliono staccare il biglietto a squadre per il Giappone. Insieme a Nespoli, sono stati convocati per il Grand Prix di Antalya gli altri portacolori dell’Aeronautica Militare: Marco Galiazzo, David Pasqualucci e Michele Frangilli, oltre a Federico Musolesi (Castenaso Archery Team) e Alessandro Paoli (Arcieri Iuvenilia), unico azzurro del ricurvo a salire sul podio nella prima tappa di Porec. Tra le donne saranno invece in gara Tatiana Andreoli e Lucilla Boari delle Fiamme Oro, le atlete dell’Aeronautica Militare Elena Tonetta e Vanessa Landi e Chiara Rebagliati (Arcieri Torrevecchia).Gli azzurri avranno al loro seguito come capodelegazione Giorgio Botto, i coach Matteo Bisiani, Natalia Valeeva, Amedeo Tonelli e lo psicologo Manolo Cattari.