VOGHERA – OK ALLA CONSULTA PER L’AMBIENTE, PROSSIMA TAPPA QUELLA DELLA CULTURA

97

“Il Consiglio Comunale di Voghera di giovedì  22 maggio ha istituito la Consulta per l’ambiente – scrive in una nota stampa Attilia Vicini, consigliera comunale civica e membro della commissione Cultura- un importante passo avanti per tutte le associazioni e i cittadini interessati all’ecologia e allo sviluppo sostenibili, che sono temi centrali della politica europea  e indirizzi da seguire per il governo del nostro paese. A questo importante traguardo si è  giunti per via istituzionale, attraverso il lavoro dell’Assessorato all’Ambiente, sollecitato in primis dal consigliere 5 stelle Antonio Marfi, ma sostenuto con convinzione dall’intero Consiglio. La prossima tappa sarà  dare vita a un’altra Consulta prevista dal Regolamento Comunale: quella della Cultura. In questo caso il percorso sarà  diverso, perché  da oltre un anno le associazioni culturali presenti in città  si sono messe in rete, con l’intento di  dar vita a un programma organico, ben strutturato e condiviso di eventi, evitando sovrapposizioni e dispersione di energie e risorse. La rete, per ora virtuale a causa della pandemia,  comprende associazioni nazionali come F.A.I . e Touring club, cittadine come Culturama, Voghera è, Spazio 53, Spino Fiorito, Amici del Teatro Sociale, Progetto Voghera, S.O.M.S., Auser, Amici della Musica ,Voghera da scoprire, Chi è  di scena le librerie Ubik, Ticinum, Del Centro; le case editrici Primula e Ticinum. Dalla collaborazione tra associazioni , col particolare contributo dell’avvocato Accolla di “Chi è  di scena”,  è  nata una bozza di regolamento che verrà  a breve sottoposta al Sindaco, in veste di Assessore alla Cultura. L’offerta culturale della città  è  ricca e articolata, alla futura Consulta il compito di collaborare con l’Amministrazione per renderla anche organica, condivisa e adeguatamente promossa , evitando la sovrapposizione di eventi e la carenza di informazioni. La Consulta della Cultura è  nei nostri programmi dalla campagna elettorale del 2015. Ora, grazie alla sinergia tra associazioni e alla disponibilità  dell’amministrazione a rendere operativo l’articolo 40 del regolamento comunale, sta per diventare realtà. Non sappiamo quando riaprirà  il teatro sociale ,luogo-simbolo della cultura cittadina- prosegue Attilia Vicini-ma si auspica l’organizzazione di un cartellone di eventi teatrali e musicali negli spazi esistenti in città, non appena la situazione sanitaria lo permetterà. Nel frattempo– conclude la Vicini – grazie alla mitezza del clima, ci auguriamo di vedere i giardini e le piazze della città  animate da tanti eventi culturali, nel rispetto delle norme. Le associazioni stanno scaldando i motori.”

NOTA – QUESTO COMUNICATO È STATO PUBBLICATO INTEGRALMENTE COME CONTRIBUTO ESTERNO. QUESTO CONTENUTO NON È PERTANTO UN ARTICOLO PRODOTTO DALLA REDAZIONE DE: “IL PERIODICO OLTREPÒ”

Articolo precedenteBRONI – PARAMETRI FINANZIARI DEL COMUNE MIGLIORATI, INDEBITAMENTO DIMINUITO DALLO 0,57% DEL 2016 ALLO 0,25% DEL 2020.
Articolo successivoOLTREPÒ PAVESE – AVVISO PUBBLICO PER L’ASSEGNAZIONE DI 37 UNITÀ ABITATIVE A VOGHERA, CASEI GEROLA E VARZI