Voghera: “Ridiamo decoro ed importanza a ciò che ci appartiene”. L’appello di Carmelo Pagnotta

368

“Perché bisogna abbandonare e mettere nel dimenticatoio le aree della nostra città? – Questa la domanda che si pone e pone ai vogheresi Carmelo Pagnotta, ex candidato sindaco alle amministrative di settembre – Perché, invece, con i giusti presupposti, con azioni mirate e programmate, non pensiamo a valorizzare questi siti? Sono due semplici domande che dovremmo porci costantemente per comprendere che alle volte, c’è un patrimonio (sommerso) enorme che potrebbe dare grandi impulsi all’economia e, più in generale, allo sviluppo sociale e culturale della nostra Voghera. Pensiamo all’area dell’ ex Caserma Cavalleria, un’opera bellissima costruita su uno spazio vastissimo, abbandonata a se stessa e, soprattutto, alla natura che forse, comprendendone la sua importanza e il suo valore, di giorno in giorno l’ha conquistata piazzando un po’ ovunque, arbusti e rampicanti facendo quasi scomparire le possenti mura e le sontuose volte delle sue verande. Quest’area, unica e funzionale che tante altre città vorrebbero, così come già detto in altre occasioni, si potrebbe valorizzare e recuperare trasformandola in un polo universitario che tanto bene farebbe ai nostri studenti e a tutta la città. Non lasciamo che i tetti crollino e che vengano rappezzati con lastre d’amianto e/o che le mura, dell’ex Caserma Cavalleria, continuino a rivestirsi di arbusti e rampicanti infestanti, ridiamo decoro ed importanza a ciò che ci appartiene, a ciò che potrebbe essere un vero volano per l’economia e per la crescita di Voghera e dei paesi limitrofi”.

NOTA – QUESTO TESTO È STATO PUBBLICATO INTEGRALMENTE COME CONTRIBUTO ESTERNO. QUESTO CONTENUTO NON È PERTANTO UN ARTICOLO PRODOTTO DALLA REDAZIONE DE: “IL PERIODICO OLTREPÒ” I COMUNICATI STAMPA NON RIFLETTONO NECESSARIAMENTE LE IDEE DELLA REDAZIONE DE “IL PERIODICO OLTREPÒ”, PERTANTO NON CE NE ASSUMIAMO LA RESPONSABILITÀ.

Articolo precedenteMontescano: a “Casa” di Elisabetta ed Eleonora Violo
Articolo successivoVoghera: parte l’iniziativa del PD “La tua firma per la tua città”