VOGHERA SI DEVE “ACCONTENTARE” DI 100MILA EURO

342

Il maxi progetto di ricostruzione post Covid – denominato “Piano Marshall” – che prevede l’erogazione di importanti finanziamenti agli enti locali a fronte della presentazioni di progetti “validi” – sembra non prevedere un granchè per Voghera, la più importante città dell’Oltrepò Pavese.
100mila euro sono infatti i fondi che la città iriense è riuscita ad accaparrarsi per finanziare i lavori di messa in sicurezza del Ponte Rosso sullo Staffora. Se si pensa che i fondi che arriveranno da Roma in Lombardia si aggirano intorno ai 3,5 miliardi di euro, il fatto che alla provincia di Pavia siano destinati “solo” 32milioni di euro, accende lo scontro politico locale. Alcuni esponenti usciti sconfitti dalle appena passate elezioni amministrative di Voghera puntano il dito non solo sulla nuova Giunta, ma soprattutto
sui rappresentanti in Regione che a loro detta non sarebbero stati capaci di presentare progetti sostenibili e quindi finanziabili.
Ma perché a Voghera solo 100mila euro e per un solo progetto? La risposta potrebbe essere puramente tecnica, i progetti dovevano essere presentati tra luglio e settembre, in piena campagna elettorale con l’ex sindaco in carica Carlo Barbieri ormai fuori dai giochi per le imminenti amministrative, per cui nessuno si è concentrato su quella che poteva essere una grande opportunità per la città.

Articolo precedenteOLTREPÒ PAVESE – CONTINUITÀ ASSISTENZIALE GARANTITA NEL PERIODO FESTIVO
Articolo successivoBRONI – BONIFICA AMIANTO, 300MILA DI CONTRIBUTI PER LE COPERTURE DEI PRIVATI