VOGHERA, STRADELLA, VARZI: INDAGATO IL DIRETTORE GENERALE DELL’ASST MICHELE BRAIT PER I SERVIZI DI TRASPORTO SANITARIO

125

Corruzione, frode nelle pubbliche forniture e turbata libertà degli incanti, sono queste le ipotesi di reato contestate al direttore generale dell’Asst di Pavia Michele Brait. L’inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Pavia riguarda l’affidamento dei servizi di trasporto sanitario alla coop First Aid. I fatti risalgono al 2017 quando la coop First Aid unica partecipante al bando di gara, si era aggiudicata l’appalto per un valore di 2,2 milioni di euro.

Il 19 maggio scorso l’accesso della Guardia di finanza presso gli uffici amministrativi dell’Ospedale di Voghera  per chiarire alcuni aspetti della gara e la corretta applicazione delle misure di prevenzione sanitaria sui mezzi. Il direttore generale attraverso una nota agli organi di stampa fa sapere:

«In merito alle indagini in corso relative all’appalto in oggetto, che hanno visto in data 19-05-2020 un accesso della Guardia di Finanza presso la sede degli Uffici Amministrativi di Voghera, il Direttore Generale, dott. Michele Brait, ha ritenuto di rendersi immediatamente disponibile ad essere ascoltato dal Pubblico Ministero dr.Valli, sperando di essere utile allo sviluppo delle attività. Ha provveduto ad incaricare lo Studio Legale Casali, nella persona dell’avv. Marco Casali, per assisterlo in questa fase che si spera non determini particolari disagi al lavoro che ASST svolge tutti i giorni con impegno. Questo è un appalto che a breve andrà a scadenza, ed è stato molto sentito e discusso dal territorio perché il tema coinvolge tante Associazioni di Volontariato radicate profondamente nel tessuto sociale e civile, alcune delle quali oggi insieme erogano il servizio di trasporto dei dializzati per ASST Pavia».