Voghera – Teatro Sociale: “I lavori termineranno il 21 gennaio 2022”. Parola dell’assessore Gabba

34

“Alla luce della legittima attenzione che organi di stampa e cittadini rivolgono ai lavori di recupero del nostro Teatro Sociale, è opportuno fare un punto sullo stato dei lavori che termineranno, in via della proroga di 60 giorni per la fine lavori, il 21
gennaio 2022”. Così l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Voghera Gian Carlo Gabba interviene sui lavori di recupero del Teatro Sociale di Voghera. “I lavori di recupero del teatro risultano ad oggi eseguiti per circa il 90% del totale – continua l’Assessore Gabba -. Il restauro delle superfici decorate, condotto come per le altre lavorazioni sotto la supervisione costante della Soprintendenza, è stato eseguito pressoché al 100%, mentre i restanti lavori, perlopiù impiantistici, scontano le difficoltà di approvvigionamento dei materiali in considerazione dei lunghi periodi chiusura dovuti alla pandemia. Questa difficoltà di reperimento dei materiali è stata riscontrata in generale sul mercato ed in particolare anche in altri appalti pubblici seguiti dal Servizio di Manutenzione Fabbricati del Comune e alla luce di questa riconosciuta difficoltà, il RUP ha concesso all’ATI appaltatrice, la proroga di 60 giorni per la fine lavori, che risulta pertanto posticipata in via definitiva e indefettibile al 21 gennaio 2022”. Di seguito si espone una breve sintesi dello stato dei lavori al 22/11/2021, con indicazione
dei lavori ultimati, di quelli in corso di ultimazione e di quelli da ultimare per chiudere l’appalto .

Sala del teatro.
La sala ospitante la platea risulta completamente ultimata. Sono state restaurate tutte le parti decorative di
seguito elencate: la volta dipinta, sia nella parte intradossale che estradossale, i fregi, i rosoni e le paraste in
legno del boccascena e dei palchi di proscenio, i parapetti dei palchetti con le cartapeste dorate, i plafoni
decorati dei palchi di proscenio, il marmorino della sala che è stato portato alla luce dopo essere stato
coperto dalle pitturazioni del periodo in cui il teatro era stato adibito a cinema. E’ stato posato il pavimento in
rovere con relativo zoccolino, sia nella sala che nella buca orchestrali, per la quale è stato installato il nuovo
parapetto. Dopo un attento e approfondito restauro che ha compreso il completo ricablaggio, sono state
installate le luci di proscenio ed il lampadario originario della sala, completo di oltre 100 lampadine e
plafoniere. Il lampadario è stato collegato al nuovo sistema di movimentazione a motore che sostituisce
l’antico argano il cui contrappeso è stato mantenuto nel suo alloggiamento originale ed è attualmente visibile
attraverso il nuovo sportello vetrato dotato di apposita illuminazione.

Palchetti e corridoi dei 3 ordini e del piano platea.

I 63 palchetti, di cui 6 barcacce, sono completati: sono stati rivestiti in tessuto con passamanerie, dotati di
poggia braccia in velluto, nonché di illuminazione tramite globi e di rilevatori antincendio. I corridoi del piano
interrato e quelli dei tre ordini, previo intervento di consolidamento strutturale e parziale rifacimento, sono
stati ripavimentati con un seminato ex novo, levigato e lucidato.


Atrio principale e due atrii secondari
Anche nell’atrio principale e nei due laterali d’ingresso sono stati realizzati nuovi pavimenti in seminato dopo
la formazione di un vespaio antiumidità; i 4 inserti originali in seminato, sono stati rimossi, restaurati
stuccando le crepe e completando i frammenti mancanti, ed infine riposizionati. Le pareti dell’atrio principale
sono state interamente restaurate recuperando il marmorino originario e pulendo tutti gli stucchi. I due atrii
secondari sono in corso di ultimazione con le fasi di tinteggiatura, e sono in via di esecuzione anche il
montaggio delle due bussole storiche restaurate e dei due lampadari originali anch’essi restaurati e ricablati.


Aree tecniche
Sono ultimati i lavori relativi alle due vasche antincendio ed ai locali tecnici elettrici con le relative
apparecchiature, tutti ubicati al piano cantine del municipio. Ultimata la verniciatura intumescente di tutta
copertura in legno. Realizzata la passerella che porta al centro dell’estradosso della cupola per la
manutenzione del lampadario.


Palcoscenico
Ultimati pilastri e travi reticolari in acciaio a sostegno della graticcia, la graticcia stessa in legno lamellare,
nonché la relativa scala di collegamento in acciaio (che parte dal piano sottopalco anch’esso sistemato).


Lavori attualmente in corso di ultimazione:

  • completamento delle canalizzazioni dell’impianto aeraulico nel palcoscenico e nel sopracupola, con
    relative chiusure cartongessi;
  • completamento della posa delle porte antincendio;
  • posa dei parapetti della graticcia;
  • tinteggiatura dei camerini (saranno gli ultimi locali ad essere liberati in quanto dati i pochi spazi
    disponibili nel fabbricato, sono attualmente adibiti a spogliatoi di cantiere).
  • posa di corrimano in ottone naturale lucidato per palchetti.
    Lavori ancora mancanti per ultimazione cantiere:
  • fornitura e posa di luci e americane sul palcoscenico;
  • verniciatura dei portoni sulla via Emilia (da eseguirsi in condizioni di temperatura ed umidità
    favorevoli).

NOTA – QUESTO TESTO È STATO PUBBLICATO INTEGRALMENTE COME CONTRIBUTO ESTERNO. QUESTO CONTENUTO NON È PERTANTO UN ARTICOLO PRODOTTO DALLA REDAZIONE DE: “IL PERIODICO OLTREPÒ” I COMUNICATI STAMPA NON RIFLETTONO NECESSARIAMENTE LE IDEE DELLA REDAZIONE DE “IL PERIODICO OLTREPÒ”, PERTANTO NON CE NE ASSUMIAMO LA RESPONSABILITÀ.

Articolo precedenteVoghera: «Sicuramente negli ultimi anni la sicurezza è peggiorata in città”
Articolo successivoStradella: approvato il progetto di nuovi loculi al cimitero di via Ruta