ZAVATTARELLO – STAZIONE DEI CARABINIERI A RISCHIO CHIUSURA

237

L’edificio di Via Cavour,  sede della Stazione dei Carabinieri non è più idoneo, per problemi strutturali, ad essere adibito a Caserma. L’edificio , di proprietà comunale, presenta oltre a problemi strutturali  generali – in particolare agli impianti elettrici e al tetto – anche un problema di spazi, gli alloggi del personale infatti, hanno una metratura non conforme agli standard previsti dalla legge. La decisione, anche se per ora del tutto ufficiosa, partirebbe dai Vertici dell’Arma e  nello specifico dall’Interregionale di Milano.

La stazione di Zavattarello che oltre a Zavattarello ha nella propria giurisdizione i Comuni di Colli Verdi, Fortunago e Romagnese, continuerà ad esistere, almeno sulla carta per almeno i prossimi due anni, nel frattempo se in questo arco di tempo i problemi strutturali dell’edificio non verranno risolti o non verrà trovata una nuova e più idonea collocazione, allora  il Comando verrà soppresso definitivamente. Per ora i 6 militari di Zavattarello dovrebbero essere ricollocati nella stazione di Varzi a circa 15 km.     

Non si fa attendere la replica del sindaco Tiglio, parte in causa in quanto l’edifico è di proprietà del Comune. Tiglio attende comunicazioni ufficiali non ancora pervenute, certamente perplesso di fronte a questa ipotesi che a Zavattarello possa venire soppressa la Stazione dei Carabinieri e ricorda che il Ministero paga al Comune 7mila euro l’anno per un edificio che, seppur datato, è di circa 300mq, inoltre l’amministrazione comunale non si è mai tirata indietro di fronte all’ordinaria manutenzione anche se non di sua competenza. «Non riesco proprio a capire il motivo della loro decisione – dichiara Tiglio –  abbiamo già individuato l’area per la costruzione della nuova caserma. È solo questione di tempo e di finanziamenti. Da soli non ce la possiamo fare». L’area che sarebbe stata individuata per la costruzione della nuova caserma  si trova adiacente alla Casa di Riposo